La sfida di Caudo a Ilari

Primarie del PD nel III° Municipio


 

Il prof. Caudo, già assessore nella Giunta Marino, si candida alle primarie PD del 3° Municipio, in contrapposizione di Ilari, segretaria municipale ed espressione dell’ala renziana. Caudo spinto dall’appello di un gruppo di intellettuali  e dalla sinistra pd del municipio, con l’appoggio di Liberi e Uguali, anche se non ufficiale, spera di essere il candidato di tutto il centro-sinistra municipale e sfidare la grillina Capoccioni, presidente sfiduciata e attuale commissario nominata dal Sindaco Raggi, e i due probabili candidati delle destre: Lega e area Forza Italia.

La sua possibile vittoria starebbe nella scia zingarettiana che lavora per ricomporre l’unità con la sinistra di governo, espressa da MDP-articolo 1, Sinistra Italiana e Possibile, ma soprattutto potrebbe raccogliere quell’area di sinistra sociale che non si è sentita rappresentata da Renzi in questi anni, che le ha anche negato l’interlocuzione.

La sfida non è né facile né scontata, sia alle primarie e sopratutto nelle urne vere del 10 giugno. Sia i grillini che la destra, sull’onda del successo nazionale, possono sperare in un aumento de loro consensi e pertanto andare al ballottaggio, così come è già successo a Ostia. Certamente i primi scontano una loro frattura interna che ha portato quattro consiglieri municipali a votare la sfiducia a Capocchioni e i secondi  che presentano due candidati.

Un successo di Caudo sarebbe un auspicio e un segnale che il centro-sinistra da dei timidi segnali di ripresa, dopo la batosta del 4 marzo, ma sopratutto che che si può lavorare ad una nuova stagione politica del centro-sinistra che seppellisca definitivamente gli inciuci con Forza Italia e ritrovi la via di rappresentare gli interessi del suo popolo e anche i suoi umori.